creazione del marchio          



Fabrorum


Il Marchio di questa impresa di orafi genovesi
è stato forgiato nel nome e nel segno
da sergio Bianco. "Campetus Fabrorum" 
significa in latino "Campo dei Fabbri".

Con tale nome, fin dal 1251, si identificò
una fervida area nel cuore di Genova
dove fiorirono botteghe di orafi e argentieri.

Il Palazzo Imperiale, sede di Fabrorum, 
sorge in quello storico "Campo".

"FABRORUM" contiene l'idea di fabbrica,
laboratorio e fucina artigiana dove si rivive
il fascino di preziose lavorazioni artistiche.

La desinenza latina "ORUM", 
è un ulteriore riferimento al nobile metallo.

Il Simbolo è uno scudo equilatero 
in cui campeggia la lettera "F".

Essa divide il blasone in partiture 
rivelanti la figura di una torre merlata.

La torre presenta un lato in ombra 
e uno illuminato che rivela le tipiche fasce
orizzontali di marmo bianco e nero dei nobili
palazzi e della Cattedrale di San Lorenzo.

Il Simbolo della Torre evoca la tradizione 
degli Orafi Genovesi che siglavano i loro pezzi 
con il punzone della torre.